Dyson investe nel futuro con il suo nuovo Singapore Technology Centre
Dyson investe nel futuro con il suo nuovo Singapore Technology Centre

Il fondatore James Dyson presenta i suoi “eccezionali” ingegneri specializzati in progettazione, software e robotica all’avanguardia al lavoro in laboratori dedicati

James Dyson ha aperto le porte del nuovo Technology Centre Dyson di Singapore, alla presenza del Ministro dell’Industria e del Commercio, S. Iswaran.

Dyson ha investito 330 milioni di sterline nel proprio futuro a Singapore. La nuova struttura possiede laboratori di sviluppo di ultima generazione, in cui si riuniscono le esperienze software e hardware più aggiornate. Dyson ha in programma di accrescere del 50% il suo team di ingegneri con base a Singapore. Collocati nel cuore della start-up community di Singapore e vicini alla National University of Singapore, i nuovi team di progettazione del Centro lavoreranno allo sviluppo di nuove tecnologie per il futuro.

“Non è una coincidenza il fatto che Dyson stia investendo a Singapore per soddisfare le proprie ambizioni tecnologiche. Proprio qui, alcune delle più brillanti menti al mondo stanno lavorando su intelligenza artificiale, machine learning, robotica, fluidodinamica, sistemi di visione per portare insieme hardware, software ed elettronica”, ha dichiarato James Dyson. “Un ottimo software consente ai prodotti Dyson di migliorare nel tempo e di rispondere in maniera adeguata e intelligente all’ambiente in cui si trovano.”

Dyson investe 7 milioni di sterline alla settimana in Ricerca e Sviluppo e dà lavoro a 3.500 ingegneri e scienziati in tutto il mondo. I suoi 1.100 dipendenti di Singapore sono divisi fra il Technology Centre di Science Park e il sito produttivo dedicato agli avanzati motori digitali di West Park. Dyson è alla ricerca di progettisti con grandi competenze in diverse discipline di progettazione, fra cui connettività, motori, sensori, elettronica, robotica, navigazione, software e purificazione.

“Siamo felici che Dyson stia espandendo e radicando la propria presenza a Singapore. Con il suo focus su connected technology e macchine intelligenti, il Dyson Technology Centre di Singapore creerà posti di lavoro in attività come l’intelligenza artificiale, il machine learning e lo sviluppo software. Questo costituirà una fonte di ispirazione per i giovani singaporiani rispetto alle possibilità trasformative offerte dall’ingegneria di progettazione e ci supporterà nel nostro intento di costruire un’economia guidata dall’innovazione”, ha affermato il Dr. Beh Swan Gin, Presidente del Board dello Sviluppo Economico di Singapore.

Torre di Controllo

Dyson vende più di 13 milioni di macchine in 75 Paesi nel mondo, utilizzando 4 miliardi di componenti provenienti da più di 500 fornitori. I volumi sono raddoppiati negli ultimi 4 anni e ci aspettiamo che raddoppino nei prossimi 4. La Torre di controllo presente al Centro mostra i dati di supply chain e logistica in tempo reale per rispondere immediatamente agli eventi e diminuire i rischi nella catena di approvvigionamento.

Jim Rowan, Chief Operating Officer ha affermato, “Così come sta camabiando il modo in cui le persone effettuano i propri acquisti, così anche la nostra supply chain. La Torre di Controllo collega tutta la nostra catena. Con l’utilizzo delle più recenti tecnologie, tiene traccia in tempo reale dell’affidabilità della macchina e delle performance di consegna, assicurando che i prodotti raggiungano in tempo i nostri clienti.”

West Park

Il Technology Centre è a 30 minuti da West Park, dove uno dei motori digitali brevettati Dyson esce dalla linea di produzione in 2,6 secondi. Contando sull’esperienza di Singapore in termini di produzione avanzata autonoma, la linea si basa su robot di precisione per la manifattura dei motori elettrici ad alta velocità. Il motore Dyson V9 è il più piccolo motore Dyson realizzato sinora: compie110.000 giri al minuto e riesce a muovere più di 13 litri d’aria al secondo attraverso un foro del diametro di una moneta da 2 penny, largo soltanto 27 millimetri.

-FINE-

Background:

La storia di Dyson a Singapore: 

• 2007: Dyson ha aperto il suo primo impianto allo Science Park, con un piccolo team di ingegneri, allo scopo di sostenere la transizione dei progetti dalla fase di progettazione a quella di produzione. 

• 2009: la struttura di ricerca e sviluppo di Singapore si è trasferita in un sito di 3.000 m² a Alexandra Technopark, facendo crescere il proprio organico del 700%. 

• 2012: in Gennaio, Dyson ha aperto ufficialmente il suo avanzato sito produttivo per i motori digitali a West Park.

• 2013: Dyson ha annunciato un nuovo investimento di 100 milioni di dollari di Singapore nel sito di West Park. 

• 2015: Dyson ha investito ulteriori 100 milioni di dollari di Singapore a West Park, includendo una nuova linea per produrre il motore Dyson V9, che si trova nell’asciugacapelli Dyson SupersonicTM

• 2016: A Settembre Dyson ha prodotto il suo venti milionesimo motore digitale a West Park e si è spostata nel Technology Centre di Singapore in Dicembre.

• 2017: Dyson inaugura il nuovo Technology Centre di Singapore allo Science Park I.  

Carenza di ingegneri nel Regno Unito

James Dyson investirà 15 milioni di sterline nei prossimi cinque anni per porre concretamente rimedio alla carenza di ingegneri preparati nel Regno Unito. La Gran Bretagna avrà bisogno di altri 640.000 ingegneri entro il 2020 e questo sta limitando la possibilità per Dyson di raggiungere i suoi ambiziosi obiettivi di recruitment.

Il piano è offrire ai migliori aspiranti ingegneri una rilevante alternativa a una tradizionale laurea universitaria attraverso la creazione del Dyson Institute of Technology all’interno del Campus Dyson in Inghilterra. Il nuovo corso di studi combinerà formazione universitaria ed esperienza sul campo, tramite la partecipazione allo sviluppo di prodotti Dyson e il lavoro al fianco del team di progettazione. Gli studenti termineranno il percorso di formazione di altissimo livello senza debiti e, al contrario, avendo ricevuto una retribuzione e con la prospettiva di ottenere una posizione lavorativa al completamento del programma di 4 anni.

Annunciando i propri piani per la creazione del Dyson Institute, James Dyson ha dichiarato: “La carenza di specifiche competenze in ambito ingegneristico in UK rischia di frenare la crescita di Dyson. Proprio per questo, ci stiamo occupando in modo diretto della questione. Il nuovo corso di laurea offrirà agli studenti formazione accademica, un salario e un lavoro vero, nonché l’accesso alle competenze dei migliori esperti nei rispettivi campi di studio.”

Dyson nel mondo:

• Negli ultimi quattro anni, i profitti di Dyson sono più che duplicati e gli investimenti dell’azienda in tecnologia sono triplicati. Per il 2020, Dyson punta ad assumere altri 3.000 ingegneri in tutti il mondo.

• Le tecnologia Dyson è venduta in 75 Paesi in tutto il mondo.

• Nel settembre 2016 ha aperto il nuovo Technology Campus Dyson nel Wiltshire, Inghilterra, che si estende per oltre 22 ettari ed è costato 250 milioni di sterline. Il Campus ospita 129 laboratori, con 200 progetti tecnologici in corso di sviluppo e 50 programmi di ricerca con università in tutto il mondo. Il Campus dà lavoro a 2.500 dipendenti e sarà la sede del Dyson Institute of Technology, che aprirà ufficialmente i battenti nel Settembre 2017.

Highlights tecnologici del 2016:

Asciugacapelli Dyson Supersonic: Dyson ha speso quattro anni e 50 milioni di sterline per capire la scienza del capello e i problemi con gli asciugacapelli esistenti, sviluppando una via migliore – un asciugacapelli che sia silenzioso, veloce, leggero e intelligente. Così come altre rivoluzionarie tecnologie Dyson, la tecnologia dei motori digitali Dyson è la chiave per comprendere la sua potente performance. Il motore digitale Dyson V9 è fino a otto volte più veloce e allo stesso tempo pesa la metà dei convenzionali motori per asciugacapelli.

Purificatore e ventilatore Dyson Pure Cool Link™: utilizza un filtro HEPA Glass 360° ad alta efficienza per intrappolare particelle ultrafini e rimuovere polline, allergeni e inquinanti dall’aria. Monitora e reagisce automaticamente ai livelli di inquinamento dell’aria presente in casa, riportando simultaneamente e dal vivo la qualità dell’aria indoor e outdoor sullo smartphone tramite l’app Dyson Link.

Purificatore e termoventilatore Dyson Hot + Cool Link™: Parte della gamma dei purificatori d’aria Dyson, questo prodotto è l’unico che presenta una combinazione fra purificatore e termoventilatore. È stato progettato per tutte le condizioni ambientali: consente un riscaldamento veloce e uniforme dalla stanza in inverno, un raffrescamento potente e mirato in estate e una purificazione intelligente tutto l’anno. Questo apparecchio purifica automaticamente l’aria dagli inquinanti rilevati all’interno di casa e simultaneamente trasmette dati in tempo reale alla app Dyson Link circa la qualità dell’aria interna ed esterna.

Aspirapolvere senza filo Dyson V8: L’ultima tecnologia Dyson nel campo dell’aspirazione è offerta dalla potente tecnologia dei motori Dyson, che produce un potere di aspirazione leader di mercato, con batterie Nichel-Cobalto-Alluminio che assicurano un’autonomia sufficiente da poter pulire l’intera superficie di casa senza avere i fastidi del filo. Queste macchine, però, non sono solamente progettate per pulire i pavimenti: si trasformano rapidamente, infatti, in aspirapolvere portatili per pulire in alto, in basso e in tutti gli spazi intermedi. Pulire un sofà o gli interni di una macchina non è mai stato così semplice e veloce.

Robot aspirapolvere Dyson 360 Eye™: Il robot aspirapolvere Dyson 360 Eye™ è un robot  intelligente e progettato per prendersi cura delle pulizie di casa in autonomia. Non ha solamente la più alta potenza di aspirazione di qualsiasi altro robot aspirapolvere, grazie al motore digitale Dyson, ma utilizza anche un esclusivo sistema di visione a 360 gradi per memorizzare e navigare all’interno dell’ambiente domestico. L’apparecchio si connette all’app Dyson Link, consentendo all’utilizzatore di schedulare le attività di pulizia e accendere la macchina da remoto.