Più ingegneri, per favore:
James Dyson inaugura il Dyson Institute of Technology
per formare la prossima generazione di ingegneri 
Più ingegneri, per favore:
James Dyson inaugura il Dyson Institute of Technology
per formare la prossima generazione di ingegneri

James Dyson ha in programma di incoraggiare la crescita di una nuova generazione di ingegneri, tanto che pensa di raddoppiare, entro il 2020, i professionisti presenti nel suo team di progettazione. Finalmente è stato svelato il piano per l’apertura del Dyson Institute of Technology, che combina insegnamento universitario di alto livello in Ingegneria e Progettazione ed esperienza lavorativa diretta presso il Campus Dyson di Ricerca e Sviluppo nel Wiltshire. Le preiscrizioni ai corsi sono ora aperte, per consentire al primo manipolo di appassionati studenti di ingegneria di poter iniziare il percorso di studio e lavoro il prossimo Settembre.

Attraverso l’Istituto, James Dyson investirà 15 milioni di sterline nei prossimi cinque anni per porre concretamente rimedio alla carenza di ingegneri preparati nel Regno Unito. L’obiettivo è offrire ai migliori aspiranti ingegneri una rilevante alternativa a una tradizionale laurea universitaria. Il nuovo corso di studi combinerà formazione universitaria, con lezioni accademiche tenute dalla WMG University di Warwick, ed esperienza sul campo, tramite la partecipazione allo sviluppo di prodotti Dyson e il lavoro al fianco degli oltre 3.000 ingegneri presenti nel team di progettazione dell’azienda. Gli studenti avranno accesso a un percorso di formazione di altissimo livello, senza doversi caricare dell’onere delle tasse universitarie e, al contrario, ricevendo una retribuzione per la propria esperienza on the job. A conclusione del programma quadriennale, in più, potranno contare sulla prospettiva di ottenere una posizione lavorativa commisurata all’esperienza acquisita.

James Dyson ha dichiarato: “La carenza di specifiche competenze in ambito ingegneristico in UK rischia di frenare la crescita di Dyson. Il nostro obiettivo è incrementare il numero delle tecnologie che sviluppiamo ed esportiamo dal Regno Unito e, proprio per questo, ci stiamo occupando in modo diretto della questione. Il nuovo corso di laurea offrirà agli studenti formazione accademica, un salario e un lavoro vero, nonchè l’accesso alle competenze dei migliori esperti nei rispettivi campi di studio.

So che in molti condividono la mia stessa ossessione per la progettazione e che continuamente si chiedono come funzioni ogni prodotto, com’è fatto e come potrebbe essere migliorato. Perché non scommettere su se stessi, allora, e non entrare a far parte di un team di progettazione appena usciti da scuola?”

Il corso di studi così concepito è stato sviluppato su misura dagli ingegneri Dyson e dalla WMG University di Warwick, con lo scopo di ridurre la distanza fra il mondo delle imprese e l’università. Il programma di studi quadriennale copre i fondamentali della progettazione nel corso del primo e del secondo anno, mentre ha l’obiettivo di fornire competenze più specifiche in ingegneria elettronica e meccanica negli altri due anni. Gli studenti potranno anche avere l’opportunità di passare del tempo nei centri di progettazione e sviluppo a Singapore e in Malesia.

Il Professore e Lord della Camera Alta Kumar Bhattacharyya, Presidente e fondatore della WMG University of Warwick, ha affermato: “Perché le aziende britanniche rimangano competitive sul mercato, è di vitale importanza che dispongano delle risorse con le giuste competenze. Sono soddisfatto di poter lavorare con il Dyson Institute per la creazione di questo corso di studi e accolgo con molto favore l’idea di James Dyson di sviluppare un team di talenti che abbiamo le competenze richieste dal mercato odierno.”

Secondo i piani comunicati dal “Department of Education” inglese in un recente Whitepaper, il Dyson Institute of Technology farà richiesta per ottenere l’abilitazione al conferimento di titoli accademici e questo gli consentirà di diventare un’università vera e propria. Dyson conta di poter usufruire del lavoro già svolto in questo senso dalla James Dyson Foundation e di offrire agli aspiranti ingegneri una formazione di alta qualità in campo ingegneristico.

Oltre a finanziare dottorandi e docenti in università di ingegneria di altissimo livello in tutto il mondo, inclusi l’Imperial College di Londra e l’Università di Cambridge, Dyson ha all’attivo partnership di ricerca con 40 diverse università. L’azienda pianifica inoltre di investire 100 milioni di sterline in progetti esterni di ricerca nei prossimi quattro anni – lavorando con start-up tecnologiche da Israele a Singapore agli Stati Uniti. Gli studenti avranno accesso a questo impareggiabile network globale di competenze ingegneristiche.

Note per la redazione:

Sul programma di studi:

  • Il Dyson Institute of Technology propone un corso quadriennale da svolgersi presso il proprio Campus di Ricerca e Sviluppo a Malmesbury, Wiltshire. Il primo gruppo di 25 studenti inizierà il corso a Settembre 2017.
  • Il processo di selezione è aperto. Chiunque sia interessato può visitare il sito web al seguente link: www.dysoninstitute.com
  • Gli aspiranti studenti, per potersi iscrivere al programma, dovranno aver ottenuto almeno tre valutazioni A o equivalenti, due delle quali dovranno essere in Matematica e in una materia tra Scienze o Tecnologia: inoltre, gli studenti dovranno aver acquisito o essere in procinto di acquisire una valutazione finale AAB (o equivalente).
  • Dyson darà agli iscritti l’opportunità di avere un lavoro full-time retribuito all’interno del proprio team di Ricerca, Progettazione e Sviluppo e provvederà inoltre a coprire le tasse relative al corso di laurea in Ingegneria dell’Università di Warwick. 
  • I contenuti del corso sono stati sviluppati dall’Università di Warwick e dagli ingegneri Dyson. Il corso di laurea quadriennale coprirà i fondamentali della progettazione durante il primo e il secondo anno, mentre fornirà competenze più specifiche in ingegneria elettronica e meccanica nei due anni successivi.
  • I contenuti del corso saranno impartiti tramite lezioni e seminari all’interno delle strutture del Campus di Dyson a Malmesbury, Wiltshire. Alcune lezioni verranno svolte anche tramite tutorial online.
  • Gli studenti avranno accesso alle strutture ricreative del Campus Dyson, inclusa una struttura polifunzionale per lo svolgimento di attività sportive – the Hanger – la caffetteria e il ristorante del Campus gestiti da Joe Croan, già Head Chef presso il ristorante stellato Michelin L’Escargot di Soho, fondato dallo Chef Marco Pierre White.

Dyson Technology Campus:

  • Nel 2016, secondo le stime di YouGov BrandIndex, Dyson è stato uno dei 10 brand preferiti nel Regno Unito, superando Youtube e Apple. Secondo una ricerca di Statista per Bloomberg, Dyson è stata nominata nella top ten dei migliori posti di lavoro in Gran Bretagna.
  • Negli ultimi quattro anni, i profitti di Dyson sono più che duplicati e gli investimenti dell’azienda in tecnologia sono triplicati.
  • Il 90% della tecnologia Dyson è venduto all’estero ed è oggi disponibile in 75 Paesi a livello mondiale.
  • 3.000: entro il 2020, Dyson punta ad assumere altri 3.000 ingegneri in tutto il mondo.
  • 56: Il numero di ettari occupati dal Campus Dyson di Malmesbury.
  • 129: Il numero di laboratori presenti al Campus Dyson di Malmesbury.
  • 8.000: Il numero di brevetti presentati da Dyson in tutto il mondo.
  • £5m: La cifra spesa ogni settimana nel dipartimento di Ricerca e Sviluppo Dyson.
  • 200: il numero di progetti in corso nel nostro dipartimento di Ricerca e Sviluppo.

La James Dyson Foundation:

Fondata nel 2002, l’organizzazione senza fini di lucro supporta il design, la tecnologia e la formazione ingegneristica nel Regno Unito e nel mondo. Ad oggi, la James Dyson Foundation ha donato 55 milioni di sterline a favore di cause benefiche.

Il Ministro per la Formazione Universitaria Jo Johnson ha detto: “Poche organizzazioni incarnano lo spirito dell’inventiva britannica quanto Dyson, che si spinge costantemente oltre i limiti dell’innovazione e accoglie al proprio interno alcuni dei migliori progettisti al mondo. Il Dyson Institute of Technology non solo offrirà agli studenti la possibilità di accedere a una formazione accademica all’avanguardia, ma svolgerà anche un ruolo di fondamentale importanza nell’educazione di una nuova generazione di ingegneri.

Il nostro disegno di legge per l’educazione universitaria e la ricerca, attualmente in fase di discussione in Parlamento, consentirà agli studenti di poter scegliere all’interno di un più ampio panorama di istituzioni specialistiche di alta qualità, che a loro volta potranno definire il proprio programma di insegnamento e incontrare le necessità di formazione degli studenti, oltre che fornire agli imprenditori laureati preparati e in grado di guidare la futura produttività e la prosperità economica del nostro Paese.”

La James Dyson Foundation ha annunciato, nel 2015, una donazione di 12 milioni di sterline all’Imperial College di Londra per creare la Dyson School of Design Engineering. Questa scuola si propone di far crescere una nuova generazione di ingegneri e leader in tecnologia. La Dyson School tiene un corso full-time di quattro anni in design engineering e sarà ospitata nella storica Exhibition Road in un edificio acquistato, da parte dell’Imperial College, dal Museo della Scienza di Londra.

Nel 2014 la James Dyson Foundation ha annunciato una donazione di 8 milioni di sterline volta alla creazione di un hub tecnologico presso l’Università di Cambridge. Un nuovo edificio di quattro piani ospiterà 1.200 ingegneri neolaureati e supporterà attività di ricerca all’avanguardia nel mondo. La donazione consentirà anche lo sviluppo di un laboratorio per la progettazione e il making, che verrà usato dagli studenti laureandi di ingegneria e progettazione.

La James Dyson Foundation ha donato 5 milioni di sterline al Royal College of Art di Londra per finanziare la costruzione di un nuovo, grande edificio. L’edificio Dyson, che è stato inaugurato nel 2012, comprende un auditorium per seminari, uno spazio per gallerie, nuovi studi e 40 unità per incubatori di business – consentendo agli studenti di avere lo spazio per sviluppare idee e ricevere consulenza da parte di esperti. La James Dyson Foundation finanzia questo programma tutti gli anni con una donazione di 100.000 sterline alle startup per le attività di Intellectual Property (deposito brevetti e simili) e per i costi di sviluppo.

A livello scolastico, la James Dyson Foundation supporta la formazione al design e alla tecnologia attraverso workshop e risorse gratuite per le scuole. La fondazione collabora con le scuole di Bath per sviluppare un ventaglio di risorse e strumenti in grado di ispirare giovani progettisti. La Fondazione ha investito mezzo milione di sterline per equipaggiare le scuole di macchine per la progettazione industriale, inclusi router, scanner laser e stampanti 3D. Il numero degli studenti che frequentano corsi di Tecnologia e Design è cresciuto del 152% dall’inizio del programma.